Bighellonando tra le varie sale dell'ospedale di Pescara, mi sono imbattuto in un manifesto delle ASL abruzzesi sul tabacco e ho pensato bene di pubblicare le notizie in esso contenute.

Cosa accade se fumi tabacco

   Fumare un pacchetto di sigarette al giorno, in un anno, equivale ad assumere una tazza di catrame e a 24 lastre del torace.

   Il fumo di tabacco Ŕ la principale causa di morte evitabile (OMS).

   Il fumo di tabacco Ŕ tra i maggiori fattori di rischio per patologie neoplastiche, cardiovascolari e respiratorie.

   Il fumo di tabacco sprigiona oltre 4.000 sostanze chimiche e 40 sostanze cancerogene.

   I "fumatori passivi" hanno le stesse probabilitÓ di ammalarsi delle stesse malattie dei fumatori attivi.

   I fumatori di tabacco hanno la probabilitÓ di sviluppare un tumore ai polmoni 14 volte in pi¨ rispetto ai non fumatori.

   Il fumo di tabacco fa perdere dai 12 ai 20 anni di vita in buona salute.

   Il fumo di tabacco Ŕ la principale fonte di inquinamento degli ambienti chiusi, dove fuma il 70% dei tabagisti.

   La metÓ dei tabagisti fuma anche in presenza di bambini.

Cosa accade se smetti di fumare tabacco

   Dopo 20 minuti di astensione, la pressione arteriosa si normalizza.

   Dopo 8 ore di astensione, il livello di nicotina e di monossido di carbonio nel sangue nel sangue si riducono della metÓ e il livello di ossigeno torna nella norma.

   Dopo 24 ore di astensione, il monossido di carbonio viene eliminato dal corpo, i polmoni iniziano ad autodepurarsi dal muco e da altri detriti.

   Dopo 48/72 ore di astensione, si elimina la nicotina, il sapore del cibo torna apprezzabile e il respiro migliora sensibilmente.

   Da 2 a 12 settimane di astensione, si normalizza la tamperatura cutanea di mani e piedi, migliorano gli scambi gassosi respiratori della circolazione, la pelle ritorna pi¨ luminosa, l'alito e l'odore complessivo diventano pi¨ piacevoli.

   Da 3 a 12 mesi di astensione, migliorano tosse e problemi respiratori e diminuisce il rischio di mortalitÓ cardiovascolare.

   Dai 10 ai 15 anni di astensione, il rischio di tumore si riduce ai valori minimi di probabilitÓ (Ministero della Salute).

   Smettere di fumare riduce il rischio di patologie a qualsiasi etÓ.