La guardia medica

   Stamani, arrivato in piazza, incontro un amico dallo sguardo preoccupato.

   Gli chiedo cosa avesse e mi disse che non riusciva a contattare la guardia medica per una necessitÓ.

   Aveva telefonato pi¨ volte, ma nessuno rispondeva.

   Purtroppo la cosa Ŕ la normalitÓ per un servizio, che deve controllare vari e popolosi comuni.

   La soluzione ultima probabilmente sarÓ stata la chiamata al 118 o una visita al pronto soccorso.

   PerchŔ il cittadino sanvitese deve sopportare questi disagi? Chi dobbiamo ringraziare (?) per questo disservizio?

   Ricordiamo che a San Vito fino a qualche anno fa c'era la sede dell'ufficiale sanitario e della guardia medica, mentre adesso c'Ŕ il deserto per quanto riguarda l'assistenza medica e tutti questi servizi sono stati trasferiti a Fossacesia.

   Senza voler fare processi facciamo notare che il commissario unico e l'assessore regionale alla sanitÓ sono due alti esponenti del PD e l'amministrazione sotto la quale si Ŕ verificato lo scippo a favore di Fossacesia era quella di Nuova Alleanza per San Vito.

   E a proposito di Nuova Alleanza per San Vito ricordiamo che fece un ricorso al Presidente della Repubblica, ma che fine abbia fatto questo ricorso non sappiamo.

   La domanda che ci poniamo Ŕ sempre la stessa: ma chi si preoccupa di salvaguardare gli interessi dei sanvitesi?

   Visto che in passato nessuno si Ŕ preoccupato di farlo, la nuova amministrazione ha intenzione di fare qualcosa per riportare l'ufficiale sanitario e la guardia medica a San Vito o questo problema non interessa?

   Ci auguriamo che sui telefonini dei sanvitesi tramite il servizio WhatsApp  arrivi la notifica del ripristino di questi servizi.