Annecchini (2)

   Le famiglie Annecchini, come del resto i Verý da cui provengono, si trovano stabilmente nell'attuale zona soltanto da circa 150 anni. Dalle origini fino alla meta' del 1800 abitavano nel "Borgo del Salvatore" ora conosciuto col nome di "Colle".

   La genealogia degli Annecchini fa riferimento ad un unico capostipite di nome Tommaso (1707). Seguendo la linea di padre in figlio troviamo Vito (l745) e poi Pietro (1776). Da due figli di Pietro, Luciano (1806) e Sabio (1814) discendono tutti gli Annecchini di San Vito.

   Consideriamo adesso la linea di Luciano. Questi ebbe due figli, Tommaso (1821) e Pietro (1838). Da Pietro, attraverso il figlio Giuseppe (1869) si arriva ai figli Mario (1921) con cui si giunge a Franco (1947), Bertrando (1900) con i figli Giuseppe (1929) e Pietro (1945), Raffaele (1902) col figlio Flavio (1938).

   Ripartendo da Tommaso del 1821 abbiamo tre figli: Florindo (1852), Ciriaco (1859) e Nicola (1868). Da Florindo nascono Cesare (1887) e Tommaso (1881). Da Cesare nasce Vittorio (1913) poi di nuovo Cesare (1932) e poi Luigi (1957) mentre da Tommaso abbiamo Florindo (1911) e poi Lino (1938). Da Ciriaco del 1859 nasce Alfonso (1891) e di nuovo Ciriaco (I928) e da Nicola , l'altro figlio di Tommaso del 1821, nasce Pasquale (1896) e quindi Menotti (1935).

   Un altro ramo degli Annecchini Ŕ quello che parte da Sabio del 1814. Dal figlio Domenico (1843) si ha la linea di lginio (1887) poi Domenico (1913) e poi Mario (1953). Da un altro figlio di Sabio, Antonio (1848) discende Pierino (1886) poi Luigi (1919) per arrivare di nuovo a Pierino (1955).