Le firme

   La Confraternita Santa Maria del Porto ha messo in atto una lodevole iniziativa tendente a far in modo che un medico di base possa aprire un ambulatorio alla Marina per venire incontro alle necessitÓ di tutti i pazienti che sono costretti a recarsi a Treglio o a Rocca San Giovanni.

   Le firme raccolte sono state diverse centinaia e sicuramente non sono poche se pensiamo che sono stati coinvolti solo i pazienti della Marina.

   Di certo se l'operazione va in porto saranno anche i pazienti del Paese e delle campagne ad averne un vantaggio innegabile, ma a questo punto pongo un problema che angoscia sicuramente tutti i sanvitesi: e la guardia medica?

   Sono dieci anni o forse pi¨ che San Vito  stata letteralmente scippata di questo organismo e la cosa non Ŕ di poco conto dato che siamo costretti a recarci a Lanciano o a Fossacesia in caso di necessitÓ di notte.

   Allora non sarebbe il caso che la Confraternita e la Caritas si costituissero in comitato e raccogliessero le firme su tutto il territorio per riportare questa struttura nella sua giusta sede costruita in via Raffaello?

   Nel caso in cui si volesse dare pi¨ forza all'eventuale iniziativa non sarebbe bene che tutto il Consiglio comunale, maggioranza e minoranza, lasciate da parte le diverse visioni amministrative dei due gruppi che lo compongono, approvasse una mozione da rivolgere alle autoritÓ sanitarie in appoggio alla raccolta delle firme?

   Penso che non sia molto difficile, Ŕ solo questione di buona volontÓ nel compiere un'azione a favore di tutti.